La soluzione sana e affidabile

Il vapore DMS contro gli allergeni

Le allergie compaiono quando l’organismo viene esposto in modo ripetuto agli allergeni che si trovano nell’ambiente circostante. Esse possono sopraggiungere in qualunque momento e riguardano tutte le fasce d’età della popolazione. Tra gli allergeni più frequenti troviamo gli acari e i pollini. Il vapore DMS di Laurastar offre una soluzione naturale ed efficace per eliminarli. Esso viene espulso a una temperatura che arriva fino a 160°C ed elimina il 100% degli acari secondo gli studi realizzati da laboratori indipendenti con certificazione ISO 17025.
Maggiori informazioni sull’efficacia del vapore DMS
Un problema di salute pubblica

Allergie in aumento

Le allergie sono state identificate come la quarta malattia cronica mondiale dall’OMS (Organizzazione mondiale della sanità) e non cessano di aumentare. Quasi il 30% della popolazione mondiale ne soffre (contro il 3,8% nel 1968). È chiamata in causa una combinazione di svariati fattori, come l’inquinamento dell’aria, ma anche l’utilizzo a oltranza di prodotti chimici nella vita di tutti i giorni e l’invasione della polvere. Le principali allergie (al di fuori di quelle alimentari) sono causate dai pollini e dagli acari, che provocano riniti croniche e asma.
Lamarque Article 1
Responsabili del 50% delle allergie

Invasione di acari

Oltre il 90% della polvere delle nostre case è costituita da acari. Questi microrganismi imparentati con i ragni colonizzano i nostri spazi, poiché vi trovano tutto ciò di cui hanno bisogno per proliferare: cibo in abbondanza, temperatura piacevole superiore a 19°C e umidità. Vivono dove si trovano cellule morte: lenzuola, peluche, divani, tende, moquette e vestiti. Un contatto continuo o regolare con una quantità troppo elevata di acari provoca una sensibilizzazione e può far insorgere l’allergia. I sintomi più frequenti sono l’asma, le riniti, l’eczema, la stanchezza costante o la mancanza di concentrazione.
Inquinamento atmosferico

Tossicità aggravata dei pollini

L’aumento dell’inquinamento atmosferico ha un’incidenza diretta sull’epidemia mondiale di allergia ai pollini. Questa allergia può provocare in particolare la rinite, cioè l’irritazione delle vie nasali accompagnata da starnuti ripetuti. Il degrado della qualità dell’aria rende più fragile la superficie dei granelli di polline, lasciandone uscire più facilmente le proteine responsabili delle allergie. Gli adolescenti e i giovani adulti sono particolarmente toccati da questa acutizzazione della tossicità dei pollini. Una porzione di popolazione compresa tra il 10% e il 20% sviluppa dei sintomi di allergia ai pollini.
Homepage article right
image