Oggi più che mai, disinfettare l’interno della nostra casa è diventato cruciale. Passiamo quasi l’80% del nostro tempo in luoghi chiusi isolati sempre meglio, e la qualità dell’aria che respiriamo influisce in modo sensibile sulla nostra salute. Numerosi microrganismi, batteri, acari e pollini sono presenti sulle superfici, sui tessuti e sugli oggetti, ed eliminarli rappresenta una vera e propria sfida. Molte soluzioni sono possibili per purificare e sanificare i nostri luoghi di vita, ma non tutti sono equivalenti. Abbiamo selezionato per lei i più efficaci e naturali.
I.

Aprire le finestre

Si tratta senza dubbio della soluzione più evidente. L’aria interna è solitamente tra 5 e 7 volte più inquinata di quella esterna, e aerare la casa è indispensabile. Infatti, una ventilazione adeguata permette di espellere i composti organici volatili, o COV, che si accumulano nell’aria ambiente. Una regolare aerazione consente anche di ridurre l’umidità e la temperatura delle stanze al fine di prevenire la proliferazione dei microbi o degli acari. Ecco qualche regola da seguire per una ventilazione adeguata:
Homepage article right
        image
Voici quelques règles à observer pour une aération adéquate:
  • Spalanchi le finestre per almeno 15 minuti al giorno, se possibile diverse volte al giorno se trascorre molto tempo a casa: più la corrente sarà potente, più il rinnovamento dell’aria sarà rapido ed efficace.
  • Aeri la casa tutto l’anno, anche in inverno. In generale, si tende ad aerare meno gli ambienti in inverno per mantenere il calore, ma questo è un errore. Aprire le finestre qualche minuto consente di rendere l’aria meno umida e più sana.
  • In estate, eviti di aprire le finestre nelle ore più calde della giornata per una maggiore efficacia.
  • Pensi ad aerare dopo aver fatto bricolage, la doccia o aver cucinato.
  • Il vantaggio principale di questa soluzione: è naturale e richiede solo qualche minuto al giorno. Prenda questa abitudine!
Lamarque Article 1
II.

Comprare delle piante

Pitture, detergenti, deodoranti, solventi e altro ancora: le fonti di inquinamento dei nostri interni sono molte, ma la buona notizia è che non siamo soli nella lotta contro gli agenti inquinanti. Infatti, degli studi condotti in Francia (Phyt’air) e negli Stati Uniti (NASA Clean Air Study) dimostrano la capacità delle piante di depurare l’aria da certe sostanze.

Naturalmente, non si tratta di trasformare la vostra casa in una foresta, ma investire in qualche pianta anti-inquinamento le permetterà di dare un tocco decorativo in più e tutelare la sua salute al tempo stesso.

Buono a sapersi: esiste una grande varietà di piante da appartamento. Alcune assorbono diverse sostanze e altre possono essere fonti di allergie. Quindi, prima di acquistare delle piante, è importante informarsi bene sulle loro proprietà e fare attenzione a variare le specie. È anche generalmente consigliato di non tenere piante nella camera da letto.
III.

Fidarsi della natura

Per far fronte alla proliferazione di batteri e microbi, spesso facciamo uso di una moltitudine di prodotti di pulizia di origine chimica. Con il pretesto dell’efficacia, questi possono rivelarsi nocivi in quanto talvolta contengono sostanze allergizzanti, irritanti o addirittura corrosive. Vi sono poi certi prodotti specializzati che non sono davvero necessari nella vita quotidiana. Ecco qualche alternativa naturale che si è dimostrata valida:
  • Il sapone nero: ideale per lavare i pavimenti e sanificare tutte le superfici e rivestimenti. In più, può essere usato come smacchiatore o insetticida, e ha un buon profumo!
  • Il succo di limone: gli agrumi sono nostri alleati. Eccellente disinfettante, antisettico e antivirale naturale, ha anch’esso un profumo gradevole e le consentirà di sanificare la sua casa in tutta semplicità.
  • L’aceto di sidro: ancora più efficace dell’aceto bianco, può essere utilizzato per pulire piccole superfici o diluito per pulire i pavimenti. Non si lasci intimorire, l’odore evapora velocemente e inoltre questo aceto può essere anche usato in cucina.
  • L’olio essenziale di albero del tè (o tea tree). Complemento perfetto del sapone nero, permette di deodorare, disinfettare ed eliminare i virus, i funghi e altri microbi grazie alla sua azione antibatterica.
IV.

Il potere del vapore

Tutte queste soluzioni sono gesti semplici e naturali ma efficaci nella lotta contro i microbi. Consentono di ridurre l’inquinamento degli ambienti e di impedire la proliferazione di microrganismi patogeni nella sua casa. Tuttavia, alcuni oggetti come i materassi o i divani ospitano un gran numero di organismi indesiderati e sono difficili da disinfettare in profondità senza rovinarli. Non restano che due soluzioni: i prodotti chimici, che però possono produrre conseguenze sulla salute, o il vapore.

Homepage article right
        image

Infatti, è importante prendere in considerazione il potere dell’acqua, elemento indispensabile per la vita che ha contribuito in modo sostanziale al miglioramento della salute dell’uomo. Sotto forma di vapore, l’acqua può avere un’efficacia importante nell’eliminazione dei microrganismi, a condizione che esso sia perfettamente controllato.

Nel caso del vapore DMS di Laurastar, l’acqua riscaldata fino a 160° si trasforma in vapore al 100% allo stato gassoso che, una volta liberato, possiede un’eccezionale energia. Il vapore DMS penetra così in profondità nelle fibre e si inserisce nei più piccoli meandri degli oggetti per disinfettare e sanificare in modo naturale, eliminando fino al 99,9999% di virus e batteri.