Come fare per non invitare in casa gli agenti inquinanti esterni?

Le aspetta con trepidazione: ecco finalmente le agognate ferie! È il momento ideale per rilassarsi, godersi il sole, ossigenarsi e dimenticare tutto. O meglio, quasi tutto. Per delle ferie perfette, bisogna sempre ricordarsi l’igiene. Spesso non ci rendiamo conto che alcuni nostri comportamenti aprono la porta agli agenti inquinanti esterni. Anche se dobbiamo ammettere che questi invitati indesiderati sanno nascondersi bene!

D’estate basta poco per vestirsi. Costume, asciugamano e via! Attenzione però: il sale e la sabbia non sono esattamente un toccasana per i tessuti, senza contare che potrebbero trasportare batteri. Cosa fare quindi? Annullare le vacanze e rinchiudersi in una camera sterile? Certo che no: alcuni semplici gesti possono fare la differenza, e non includono passare le ferie con un disinfettante in tasca.
Homepage article right image
Consiglio n°1

fare il bagno al costume da bagno

Lo sa qual è l’abitudine da abbandonare immediatamente? Uscire dall’acqua, strizzare il costume con le mani e trasportarlo in un sacchetto di plastica fino alla lavatrice. E lo sa invece qual è la cosa migliore da fare? Dopo essersi goduto il mare, sciacqui immediatamente il costume per rimuovere il sale e lo iodio, aggressivi per le fibre. Per evitare la proliferazione di batteri, avvolga il costume nell'asciugamano, che assorbirà in parte l’acqua. Appena rientrati dalla spiaggia, lavi il costume a mano con un detergente delicato, e attenzione: non lo metta mai in asciugatrice!
Consiglio n°2

non dimenticare l'asciugamano (o il telo da spiaggia)

Quando rientra dalla spiaggia cosa fa dell'asciugamano o del telo? Si accontenta di dargli una bella sbattuta? E cosa ne fa il giorno dopo, e quello dopo ancora: lo continua a usare come nulla fosse? L'asciugamano potrebbe velocemente usurarsi a causa dello strofinio contro la sabbia.
Homepage article right image

Per preservarne la morbidezza e dire addio ai batteri, lo lavi regolarmente e utilizzi DMS, Dry Microfine Steam. Un’esclusiva Laurastar. Come funziona? Il vapore si diffonde a una velocità 15 volte superiore rispetto a un ferro standard. Grazie all’espansione e alla potenza che esce dal ferro, il vapore Laurastar Dry Microfine Steam (DMS) riesce ad attraversare il tessuto in modo uniforme ed efficace, ottenendo così un effetto rivitalizzante unico. E non è tutto. Il vapore Laurastar Dry Microfine Steam (DMS) non lascia alcuna traccia di umidità e fissa la fibra per un tessuto stirato alla perfezione e sanificato in modo duraturo. Risultato: i batteri e gli acari vengono eliminati efficacemente per oltre il 99,999%. E con loro se ne vanno anche gli odori.
Consiglio n°3

togliere le scarpe prima di entrare

D’estate siamo molto più casual che nel quotidiano. È la stagione delle infradito, delle espadrillas e dei sandali aperti. Però, quando rientriamo nella superba casa in affitto, o nella casa di campagna, dobbiamo lasciarli alla porta. Gli agenti inquinanti vanno matti per le suole. Inoltre, quando fa caldo, i piedi nudi sul pavimento sono un vero piacere.
Homepage article right image
Consiglio n°4

aerare tutti i giorni

L’aria all’interno di un ambiente è spesso più inquinata di quella all’esterno. La soluzione è semplicissima. Con il bel tempo è possibile spalancare le finestre e lasciar entrare il sole. Anche creare delle correnti d’aria in casa è utile per rinfrescare l’ambiente. Tutto qui? Tutto qui!